Germania!

Qualche giorno di riposo sul Mar Baltico

Alba incamminandomi verso il Monte Paterno nel parco naturale delle 3 Cime di Lavaredo

Sono finalmente arrivato in Germania. Nell' ultimo mese ho attraversato una miriade infinita di montagne. Una più bella dell'altra. La cosa che mi ha affascinato di più stando quasi sempre in quota è il fatto che girandomi e guardando indietro potevo quasi sempre intravedere da dove venivo, da dove ero partito quella mattina o addirittura dove mi trovavo qualche giorno prima. Riconoscere le montagne, più che le vette, i gruppi e le vallate. Guardando avanti invece mi perdevo a sognare e a fantasticare verso quale gruppo di montagne mi sarei diretto l'indomani. Quella vallata laggiù o quel Passo dall'altra parte ? Chissà qual'è il nome di quella montagna laggiù ? E cosi il giorno dopo riconoscevo il Passo che avevo visto la sera prima al tramonto e mi dicevo "ah allora è da qui che devo attraversare", e cosi via, giorno dopo giorno. Una mattina, dopo una notte passata al calduccio del Bivacco W.Brenninger in Sud-Tirolo, mi sono svegliato e uscendo all'aria aperta mi sono ritrovato in una bufera di neve! Neve il 15 di luglio ?? Ebbene si. Una sorpresa inaspettata ma accolta con un entusiasmo e una gioia tale da sembrare un bambino piccolo che vede nevicare per la prima volta. E' proprio per questo che sto attraversando le Alpi, per saziare quello spirito di avventura che mi fa sognare e vivere felice. Arrivare in Germania a piedi ha un valore aggiuntivo per me, la mia Elisa è tedesca e quindi mi ha fatto sentire bene il fatto di essere riuscito a raggiungere il suo paese solo con le mie forze e la mia volontà. Non nascondo che qualche volta questa volontà ha vacillato ma mi bastava dirigere lo sguardo intorno a me per far scomparire paure o perplessità. Ho attraversato posti solitari, selvaggi e silenziosi e altri invece molto turistici e quindi rumorosi e affollati, godendo ogni giorno del piacere di trovarmi all'aria aperta, con il sole, il vento, la nebbia o la pioggia. Fin ora è stata un esperienza meravigliosa sotto ogni punto di vista, e non vedo l'ora di ripartire alla scoperta della Svizzera, delle sue verdi vallate e le sue bianche cime. Ma prima ancora qualche giorno di riposo in ottima compagnia e in un posto che mi ricorda casa. La novità per i prossimi mesi è che da ora in poi camminerò da solo, Rose, la mia compagna di camminate è ripartita qualche giorno fa' alla volta della sua Australia. Chiunque abbia voglia di raggiungermi è ben accetto..a patto che abbia uno zaino in spalla e un po' di cioccolata :) 

Viva la vida