Dicono di me 

 

Vedere Tommy ridere da un orecchia all’altra vi farà sorridere, ascoltare le sue storie farà volare la vostra mente in posti sconosciuti e guardare le sue foto vi farà sognare. Ho conosciuto Tommy per la prima volta 3 anni fa, era affascinato dal mondo che lo circondava, amava vagare alla scoperta di nuovi posti, e con una piccola fotocamera digitale sempre nello zaino. Inspirato dalle meraviglie della natura attorno a lui ha cominciato a percepire la fotografia come mezzo per condividere il sentimento di libertà e di meraviglia che sempre lo accompagnava. 

Nato in Friuli Venezia Giulia, a Nord-Est dell’Italia, è cresciuto camminando tra le montagne alla ricerca di fossili, rincorrendo stelle cadenti nelle notti d’estate e saltando nelle gelide acque dei fiumi con i suoi amici. Per anni si è dilettato giocando a pallone e a basket, ma una volta cresciuto ha capito che la sua casa erano i sentieri. Correndo e camminando ha raggiunto ottimi risultati, specialmente in Sky-running. La passione per questo tipo di sport si può facilmente evincere dall’enorme sorriso che ha stampato addosso quando attraversa campi e foreste, montagne e fiumi. 

Il passo più grande per vivere la vita dei suoi sogni con felicità e passione, è stato lasciare il sentiero comune più battuto e iniziare una nuovo percorso al di fuori dell’Europa. Ha mollato il suo lavoro come programmatore in una ditta di Udine ed è partito alla volta dell’emisfero sud, letteralmente dall’altra parte del mondo. In Nuova Zelanda ha lavorato nelle fattorie e nelle piantagioni, viaggiando con la sua tenda e sacco a pelo, essendo sempre un buon amico per tutti quelli che ne avevano bisogno. Ammaliato dalla generosità, diversità ma specialmente dai paesaggi selvaggi della Nuova Zelanda ha incominciato ad immaginare la grande avventura. Spinto dalla voglia di libertà assoluta ha attraversato a piedi tutta la lunghezza di entrambe le isole, partendo dal punto più a nord per arrivare dopo 4 mesi di cammino al punto più a sud. Te Araroa Trail lo ha invogliato a ricercare quel sentimento di libertà anche nel suo futuro. Evitando al suo cuore e alla sua anima di rimanere intrappolati tra i grattacieli di una città o tra le scrivanie di un ufficio, vola libero da una cima di una montagna all’altra. Ha condiviso due anni di vita in Australia con centinaia di amici e per un lungo periodo si è fermato nella regione del Kimberley, affascinato dal “wilderness” puro selvaggio ed incontaminato.  

Le sue foto mostrano luoghi e persone che con le quali condivide una cosa importante in cui crede ciecamente: “La vita è stupenda” (Life is awesome). Ansel Adams una volta ha detto “Tu non fai una fotografia solo con la macchina fotografica. Tu metti nella fotografia tutte le immagini che hai visto, i libri che hai letto, la musica che hai ascoltato, e le persone che hai amato.” Tommy unisce tutte le sue passioni, per le persone, per le belle storie, per la musa acustica, per la lettura e ovviamente per la natura e selvaggia, e fotografa momenti di una straordinari bellezza che non molti sembrano ancora aver notato. 

Potrà anche non essere ancora il miglior fotografo, ma è di sicuro uno che impara in fretta, con piedi che lo porteranno in luoghi lontani e con occhi sempre aperti alla bellezza e agli aspetti meno conosciuti del nostro mondo. La mente di Tommy è sempre aperta verso nuovi orizzonti, idee e viaggi, ed sarà sempre felice di poterti conoscere un giorno. Chi lo sa, forse avrete modo di incrociare il suo cammino o di trovarlo sulla cima di una montagna.. per darvi un suggerimento: la prossima possibilità potrebbe essere in un rifugio sulle Alpi, o un campeggio vicino ad un fiume in Canada …”

Elisa

14 Aprile 2016

 

Info

 

Via Porta Ferrea 102
Fagagna (UD), 33034, Italy

tommasolizzi@gmail.com